Generatore di corrente per camper

Fare una vacanza in camper ha i suoi vantaggi ma bisogna sempre partire avendo tutto l’occorrente per fare un viaggio senza sorprese spiacevoli. Gli amanti dei viaggi in camper vogliono sentirsi liberi di non sottostare a regole convenzionali. É vero che i camperisti si fermano dove vogliono, visitano tante città, stanno a contatto con la natura, ma i comfort devono esserci ugualmente. Quindi, tra le cose che non possono mancare a un camperista sicuramente c’è il generatore di corrente per camper. Seppure quasi tutti i camper hanno un impianto elettrico interno, utilizzando un generatore la batteria del camper avrà una vita più lunga. Ecco che il generatore elettrico per camper sarà utile per cucinare, usare l’acqua e collegarsi con i dispositivi elettrici più disparati.

Come funziona un gruppo elettrogeno per camper

La funzione basilare del generatore è quello di dare energia ai dispositivi collegati. La sua struttura meccanica è composta da un motore termico, che attiva una forza di rotazione e da un alternatore elettrico che utilizza questa forza per generare energia elettrica. Nel caso di un generatore per camper si può scegliere tra quelli portatili di piccole e medie dimensioni, esistono vari modelli in commercio con un peso che non supera i 25 kg.

Tra i generatori elettrici più usati ci sono quelli a benzina: a 2 tempi e a 4 tempi. Ma esistono in commercio anche quelli a diesel, a gas e i combo benzina/propano. Chi ha interesse a rispettare l’ambiente sarà orientato a scegliere quelli con minore produzione di emissioni nocive. I modelli più venduti sono sicuramente i generatori a benzina con il motore a 4 tempi, tra l’altro i più economici. Ma i più ecologici sono quelli alimentati con combustibili gassosi di nuova generazione che costano un po’ di più ma che hanno anche una linea estetica compatta e originale.

L’alternatore elettrico del generatore ha una funzione importante nella stabilità dell’energia che dovrà fornire. Sono i modelli inverter quelli più performanti da questa prospettiva, poiché forniscono stabilità costante all’emissione della corrente.

Bestseller No. 1
Generatore Tipo Silenziato, Trasportabile. Motore A 2 Tempi Monofase Con Marmitta Catalitica. Funzionamento Con Miscela 2%, Avviamento A Strappo, 1 Presa 12 V. Capacità Serbatoio 4,2 Litri, Autonomia Con Un Pieno 6 Ore. Rumorosità 95 Dba A 7 M. Consumo Ca
  • Tipo silenziato, trasportabile, consumo carburante 0,667 l/kw-h
  • Motore a 2 tempi monofase con marmitta catalitica
  • Funzionamento con miscela 2%, avviamento a strappo, 1 presa 12 V
Bestseller No. 2
Campeón G-950i - Generatore
  • Presa di alimentazione: tipo Europeo, 2 spine.
  • Parte posteriore di un marchio nazionale di prestigio.
  • Leggero, basso consumo, portatile, insonorizzato.
OffertaBestseller No. 3
itcpower it-gg9i generatore Inverter, Bambina, Giallo E Bianco, M
  • generatore Inverter da 900 W (9kg)
  • Leggero E SILENZIOSO
  • avviamento manuale

Silenziato o potente?

Quando si decide che è arrivato il momento di acquistare un generatore bisogna capire veramente cosa si vuole e qual è l’articolo migliore in base alle necessità. Tutti sembreranno uguali a chi non è esperto ma con i nostri consigli si può comprendere cosa è meglio comprare in base alle necessità e la spesa da sostenere. Sicuramente la proporzione migliore è tra decibel emessi e potenza impiegata. Infatti, si potrebbe pensare che per avere una grande resa, è meglio comprare un generatore con un motore molto potente ma sicuramente il rumore sarà assordante quindi è meglio scegliere un generatore elettrico che abbia una potenza che stia tra i 900 e i 2000 W. Difatti il rumore del generatore può essere motivo di disturbo durante una vacanza in camper, per se stessi e per altri campeggiatori. Quindi si può ovviare orientandosi sull’acquisto di un generatore elettrico silenzioso.

generatore di corrente per camper
Generatore di corrente per camper

Quale generatore di corrente per camper scegliere

Bisogna sempre calcolare quanta energia si può produrre con un litro di carburante. Partendo da questo rapporto, si può scegliere meglio secondo le esigenze sia economiche che meccaniche. Ovviamente più ore di energia con meno carburante impiegato sarà la proporzione giusta. Questa è la prima delle funzioni tecniche da vedere dopo la potenza. Si può ipotizzare che un generatore ottimale potrebbe essere uno con una potenza di 2000 W all’accensione che poi si stabilizzi intorno ai 1500 W fornendo energia in modo continuato per circa 8 ore.

Incide molto nell’ acquisto anche la dimensione, se si sceglie un generatore piccolo bisogna ricordare che avrà anche un serbatoio per il carburante ridotto, di conseguenza anche l’autonomia sarà minore. Tutte queste valutazioni sono importanti quando si vuole fare un acquisto oculato e utile. È bene, inoltre, controllare sempre se ci sono gli accessori allegati e soprattutto che il generatore abbia più ingressi per collegare più dispositivi.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]