Generatore di corrente mini

Quanto spesso ci si è trovati nella spiacevole situazione di stare senza corrente elettrica? Se anche a voi è capitato ciò, allora non potrete esimervi dall’acquistare anche solo un generatore di corrente mini, con cui potrete risolvere momentaneamente il problema dell’assenza di elettricità. Il generatore di corrente, anche chiamato gruppo elettrogeno, o in inglese Uninterruptible Power Supply è quindi un dispositivo di dimensioni ridotte che permette di generare corrente in maniera autonoma.

Solitamente utile in luoghi sprovvisti di elettricità, in campeggio, o per risolvere momentanei blackout, il gruppo elettrogeno ha visto negli ultimi tempi un costante acquisto di popolarità, visto anche il crescente sviluppo del settore tecnologico. Attualmente in commercio ci sono una grande varietà di modelli di gruppi elettrogeni, che si differenziano tra loro principalmente per il metodo di approvvigionamento. Esistono perciò generatori alimentati a benzina, alimentati con un piccolo pannello solare o batteria. Nel paragrafo successivo andremo a capire meglio quali sono le caratteristiche di ogni generatore.

Come funziona un gruppo elettrogeno mini

Nonostante, come abbiamo detto, esistano ben tre diversi tipi di mini generatori di corrente elettrica, possiamo affermare che comunque ci sono delle caratteristiche comuni a tutti. Innanzitutto, la grande maggioranza dei gruppi elettrogeni è portatile e su di essi sono collocati infatti piccole ruote e una comoda presa al fine di facilitare il trasporto.

La potenza del generatore è una delle principali caratteristiche, in quanto è l’elemento che ci permette di comprendere la durata effettiva della fornitura di corrente. Tutti i generatori misurano la propria potenza in Watt, maggiore sarà il numero di Watt maggiore sarà l’energia erogata. Inoltre se ad esempio dobbiamo utilizzare energia elettrica per un dispositivo che necessita di 1000 Watt, è impensabile usare un gruppo elettrogeno da 800 Watt, in quanto il carico energetico non riuscirebbe nemmeno a supportare l’avviamento del dispositivo stesso.

Solitamente i generatori mini più comuni sono quelli da 700 o 800 Watt, che garantiscono un autonomia energetica pari a circa due ore. Il generatore più grande al mondo è invece ubicato in Nordamerica, più precisamente in Alaska ed è alimentato, pensate, da 46 megawatt.

Bestseller No. 1
HIOD Mini Gruppo Elettrogeno 3000w, 100% Onda Sinusoidale Emergenza Inverter Tutto in Bronzo Silenzioso 220v Generatore di Benzina,with-Pull-Rod
  • Generatore di inverter a benzina 3KW, motore in rame puro, può funzionare ininterrottamente per 500 ore, la potenza non viene attenuata
  • Design silenzioso di riduzione del rumore, generazione di energia silenziosa, riduzione del rumore del 50% rispetto ad altri generatori
  • Basse emissioni, compatibile con il nostro pianeta: modalità economica, controllo dell'acceleratore automatico, consumo di carburante ridotto
Bestseller No. 2
HIOD 1000w Gruppo Elettrogeno Portatile Mini Inverter Motore a Benzina Portatile - 1 Fase, 1 Cilindro, 4-Stroke, 220v Generatore di Emergenza
  • Generatore inverter benzina 1000W, monocilindrico monocilindrico 220V a quattro tempi
  • Design silenzioso di riduzione del rumore, generazione di energia silenziosa, riduzione del rumore del 50% rispetto ad altri generatori
  • Basse emissioni, compatibile con il nostro pianeta: modalità economica, controllo dell'acceleratore automatico, consumo di carburante ridotto
Bestseller No. 3
SDMO HX6000C Gruppo elettrogeno monofase professionale, gamma Intens, motore Honda, 6000 W
  • Motore: Honda, GX390. 4 tempi OHV raffreddato ad aria. Avviamento: lanciatore. Motore a bassa manutenzione. Minimo consumo di benzina. Allarme basso livello di olio.
  • Alternatore: compatto. Prestazioni stabili. Modello senza anelli e spazzole.
  • Pannello di controllo che comprende: Disgiuntore. 2 prese da 16 A. Uscita 12 V CC. Indicatore LED di sovraccarico o funzionamento. Presa a terra.

Piccolo e versatile

Nel caso del generatore mini, alle caratteristiche già elencate va aggiunta la versatilità. Questo tipo di dispositivi può essere infatti trasportato ovunque, ben adattandosi ad esempio alla vita di campeggio. In questo caso dovrai quindi considerare anche le dimensioni, scegliendo tra i modelli che più si adattano per le tue esigenze.

generatore di corrente mini
Generatore di corrente mini

Quale generatore di corrente mini scegliere?

La prima cosa da fare quando si acquista un generatore, come d’altronde per qualsiasi altra spesa, è stabilire un budget che possa riuscire a coprire la spesa di un gruppo elettrogeno adatto alle proprie esigenze. Dopodiché è importante capire qual’è la soluzione ideale in quanto ad alimentazione, se batteria, benzina o pannello solare.
Deciso questo si può passare a pensare a cose prettamente più tecniche. I principali elementi di cui tenere conto quando si compra un generatore di corrente automatico sono due: la potenza e la forma d’onda di uscita della corrente fornita. Come abbiamo anticipato anche in precedenza la potenza è ciò che ci permette di misurare il carico da collegare, con l’aumentare del numero di Watt aumenterà anche il numero di dispositivi collegabili.

Se il ramo elettrico non è il vostro campo, forse non siete a conoscenza l’energia fornita nelle nostre casa è un’alternata sinusoidale. Quella invece generata da un gruppo elettrogeno non è proprio una sinusoide, ma ha comunque una forma adatta a strumenti elettronici non eccessivamente sofisticati. Il consiglio più utile, prima di acquistare un generatore proprio è pertanto quello di provarlo. Più il generatore sarà economico più la forma d’onda sarà distante da una sinusoide, più sarà costoso e di qualità più possibilità avrete di collegare il gruppo elettrogeno a una quantità maggiore di dispositivi. Ora che siete a conoscenza di tutti i segreti riguardo i generatori di corrente autonomi, non vi resta andare in negozio o collegarvi con siti di e-commerce e comprarne uno.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]