Generatore a gas: descrizione e impieghi

Fra i generatori di corrente (che, come ormai sappiamo, hanno la funzione di convertire un combustibile in forma liquida o aeriforme in energia elettrica), quelli più utilizzati sono i gruppi elettrogeni a benzina e diesel. Sul mercato, però, sono presenti altri tipi di strumenti come il generatore a gas, a metano o GPL: anche in questo caso, la scelta del combustibile va fatta a seconda delle proprie esigenze.

Impieghi di un generatore a gas

Il generatore a gas viene utilizzato, in particolare, in abitazioni lontane dai grandi centri urbani (soprattutto in zone periferiche o nei piccoli centri urbani), dove è più facile ritrovarsi senza corrente elettrica. La mancanza di energia, al giorno d’oggi, è impensabile: creerebbe disagi non trascurabili alla popolazione quali il buio, l’impossibilità di riscaldarsi in caso di freddo o di preparare piatti caldi per il pranzo o la cena. Questi sono solo alcuni dei motivi per cui il generatore di corrente a gas rientra spesso nella prima scelta per ciò che riguarda le tipologie di generatori silenziati per appartamenti.

Tra l’altro, la scelta di un generatore di corrente a gas comporta, il più delle volte, costi di gestione ridotti, così come una minor quantità di gas di scarico prodotti (quindi nessun problema di odori sgradevoli) e un basso impatto ambientale. Insomma, è comprensibile che un generatore del genere sia una delle soluzioni maggiormente apprezzate per generare corrente per uso domestico.



Consumi

I consumi di un generatore a gas variano da costruttore a costruttore: per questo motivo si consiglia sempre di verificare le caratteristiche tecniche del prodotto visionando la scheda tecnica prima dell’acquisto, per capire la potenza di cui avete bisogno per i vostri strumenti (potrebbe farvi comodo dare un’occhiata alla nostra tabella dei consumi di elettrodomestici di uso comune).

Ci sono modelli di generatore a gas commercio che permettono di mantenere l’accelerazione del motore garantendo alte prestazioni a fronte di un basso consumo di gas.

Se si vuole acquistare un gruppo elettrogeno a gas per la propria abitazione, è opportuno puntare a gruppi elettrogeni con una potenza nominale in servizio continuo variabile (PRP) di 1.5 KW, mentre se bisogna utilizzarli per uso edile (per esempio in qualche cantiere di medie piccole e medie dimensioni), i modelli da 2.8 e 3.0 KW sono decisamente più adatti.

Esistono, inoltre, generatori a gas da 20 KW che vengono utilizzati soprattutto nel settore dell’industria o in occasioni ed eventi di particolare importanza (soprattutto concerti o spettacoli all’aperto).

Avviamento e dispositivi vari

Un moderno generatore di corrente a gas è dotato di un sistema di avviamento sia elettrico che manuale, una caratteristica importante e da tenere in mente quando si vuole fare un buon acquisto: nei modelli di grandezza media e piccola, solitamente, è facile trovare l’avviamento manuale (che si effettua con un laccio da tirare) mentre i generatori a gas più grandi ed evoluti hanno un sistema automatico di avviamento (il famoso ATS) che permette di avviare il generatore in caso avvenga un’interruzione improvvisa di corrente o quando il livello di carica degli accumulatori scende sotto una determinata soglia, andando a ricaricare le batterie.

Anche per il gruppo elettrogeno a gas sono disponibili vari accessori come il container, le batterie, le cabine, i carrelli traino e altri optional utili per un utilizzo ottimale (tra cui il kit di attacco delle bombole per i generatori a GPL e alcuni flaconi di olio).

Altre caratteristiche

Al fine di effettuare un acquisto consapevole che risponda alle proprie esigenze, è importante valutare attentamente la quantità di energia di cui si ha bisogno e scegliere un modello di generatore di corrente a gas sufficiente per soddisfarle, in modo da limitare costi e consumi.

Ci sono alcune caratteristiche tecniche da tenere bene in considerazione prima di acquistare un qualsiasi tipo di generatore, discorso quindi che vale anche per un generatore a gas.

Nel dettaglio, è bene informarsi su:

  • tipologia del motore;
  • tipologia di combustibile;
  • potenza massima;
  • se si tratta di un generatore silenziato;
  • tecnologie con cui è equipaggiato;
  • gli accessori disponibili;
  • le modalità di trasporto;
  • il tipo di garanzia e la sua durata;
  • assistenza clienti.




Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]

2 Comments

  1. Luigi 8 Luglio 2021
    • GeneratoreCorrente 8 Luglio 2021